L´omeopatia rappresenta per me una sorta di avvicinamento a se stessi. Se pensiamo alla nostra personalitá come ad una tavola rotonda attorno alla quale siedono i diversi rimedi omeopatici, il mio desiderio è di accompagnarvi in un percorso teso a dare voce e spazio a ogni singolo aspetto della vostra individualitá per celebrare la vostra unicitá.

„ L´unico e grande compito del medico è  di far sì che chi è  malato ritorni ad essere sano, questo processo viene definito guarigione.“
Samuel Hahnemann, Organon der Heilkunst § 1

L´omeopatia è  una pratica di cura alternativa, fondata da Samuel Hanneman (1755-1843).

Hanneman era medico, farmacista e chimico e in quanto medico del tutto insoddisfatto rispetto alle pratiche di guarigione del suo tempo. Spinto dal desiderio di lavorare in maniera olistica con i suoi pazienti, Hanneman formuló dopo lunghi anni di studi e di esperimenti il principio di similitudine, il cardine dell´omeopatia.

Similia Similibus Currentur– Il simile è  curato dal simile. Questo principio era giá ben noto agli antichi greci e cioè che la vera cura contro il veleno è il veleno stesso. Per curare un disturbo sará necessario trovare un rimedio in grado di provocare lo stesso disturbo. Il corpo in reazione a questo stimolo cercherá automaticamente la cura al disturbo stesso. Il meccanismo che permette che ció avvenga è la naturale tensione dell´ organismo all´equilibrio. Il nostro corpo vuole essere „sano“ e nel pieno delle sue energie, e a questo scopo nel momento in cui si viene a creare un vuoto o una mancanza produce sintomi. Questi sintomi sono importantissimi perché ci indicano la strada da percorrere per ritrovare l´ equilibrio originario. Questa è  l´ omeodinamica, cioé l´insieme delle risorse a disposizione di un individuo per adattarsi a diverse situazioni e la naturale pulsione a  trovare sempre nuove soluzioni. In Omeopatia viene definita Forza vitale. La malattia secondo il principio omeopatico non è altro che una disfunzione di questa Forza vitale. Cosí non esiste in Omeopatia un medicinale per un disturbo specifico, come nella medicina tradizionale, ma piuttosto un rimedio per l´individuo, che soffre di quello specifico disturbo. E l´obbiettivo non sará sedare il disturbo, metterlo a tacere, ma dare il giusto impulso alla Forza vitale, in modo tale da consentirgli di mettersi alla ricerca della guarigione.

Come funziona una seduta omeopatica?

Prima di tutto ci incontreremo per una prima anamnesi che dura circa 2 ore. In queste due ore avrai modo di raccontarmi la tua storia e io di farti domande con lo scopo di trovare il corretto rimedio omeopatico. La prima anamnesi è per ogni volta una vera e propria avventura, è soprendente come avere a disposizione del tempo per raccontarsi rappresenti giá il primo passo verso la guarigione. E io sono davvero estremamente grata della fiducia e del coraggio che ogni paziente mette in campo, specialmente durante questo primo incontro. Alla fine della seduta ti proporró un rimedio omeopatico e prenderemo un appuntamento per un follow up, un incontro successivo, a distanza di 4-5 settimane.

Il primo follow up è molto importante e anche se dovessi decidere di non essere piú mio paziente ti prego di darmi a distanza di queste 4-5 settimane un feedback che mi permetta di valutare il lavoro svolto.

A seguito del primo follow up decideremo insieme in base alle tue esigenze e alle mie considerazioni terapeutiche, la frequenza dei nostri incontri e la durata( 30 min o 60 min).

Wir benutzen Cookies um die Nutzerfreundlichkeit der Webseite zu verbessen. Durch Deinen Besuch stimmst Du dem zu.